31 maggio 2010

Letture sotto l'ombrellone 2010

L'ombrellone è l'unica cosa che proprio mi è mancata in questa vacanza 2010, ma per il resto ho delle sfiziose letture da proporvi. Certo, non esaudiscono sicuramente i gusti di tutti quelli che mi leggono, ma per chi ama la cucina e la fotografia, troverà sicuramente pane per i suoi denti.
La libreria Feltrinelli della città a me più vicina, è stata la fonte per l'acquisto di tutti questi volumi. Iniziamo da un libro che è una goduria per gli occhi ma soprattutto per il palato.
TIRAMISU' E CHANTILLY
Viaggio goloso nel mondo dei dolci cremosi
Luca Montersino, Roberto Sammartini
Fabbri Editori
224 pagine - 32 Euro
Ho comprato questo libro fondamentalmente per 3 motivi: impazzisco per il tiramisù (e qui trovate la mia personale ricetta), voglio imparare a fare la crema pasticcera come si deve, le foto di questo libro sono fantastiche. 224 pagine piene di ricette accompagnate da foto e descrizione dettagliata di tantissimi tipi di tiramisù, creme chantilly, tecniche, segreti, ecc... Consigliatissimo.





STUZZICHINI & CO.
Tartine, fingerfood e mignon
Ricette di Simone Rugiati e Licia Cagnoni
Food Editore - Ghiotti
398 pagine - 14,90 euro
Un libro straordinariamente moderno per la casalinga del 2010. Le nuove tecniche Fingerfood, letteralmente cibo mangiato con le mani, le classiche tartine e poi ancora bruschette, biscotti e altro. Un ricettario decisamente creativo con foto eccezionali e grafica piacevole che non si limita agli stuzzichini come potrebbe sembrare, ma vi fornisce ottimi spunti per intere cene con successo garantito.



IN THE MOOD FOR FOOD
Oggi ho voglia di...
Jo Pratt
Luxury Book
287 pagine - 25 euro
Un libro di cucina che più femminile non si può. La cucina è di origine inglese con richiami continui ai cibi d'oltre manica, ma l'aspetto interessante sta nel fatto che l'autrice parla alle lettrici come un'amica e dispensa consigli e ricette a seconda dell'umore e delle occasioni. Quindi si potranno leggere interi capitoli per cuoche pigre che vogliono fare bella figura con il minimo sforzo, ma anche sezioni per inguaribili romanticone che immaginano la cenetta perfetta con il proprio lui. E poi ancora capitoli per pranzetti con gli amici, aperitivi informali ma d'effetto, stravaganze, mangiare sano, cose golose, ecc... La grafica è fronzolosa e fresca per un libro che sembra la trasposizione di un blog piuttosto che il più classico dei ricettari.


GUIDA COMPLETA ALLA FOTOGRAFIA DI PAESAGGIO
Robert caputo
National Geographic
160 pagine - 18 euro.
Un libro tascabile pieno zeppo di consigli su come arrivare a risultati ottimali con le fotografie di paesaggio, il mio pane quotidiano.

L'ESPOSIZIONE FOTOGRAFICA
Michael Freeman
Logos
192 pagine - 19,95 euro
Ottimo libro che approfondisce un aspetto tecnico di non poca importanza per il fotografo: l'esposizione. Il libro è appena uscito e ha un approccio molto moderno dell'argomento. Una panoramica esauriente sulle nuovissime tecniche digitali, come l'HDR, e su tutte le impostazioni tradizionali della fotocamera. Rappresentazioni grafiche del flusso decisionale che vi aiuteranno a scegliere l'esposizione perfetta in pochi secondi.



(TPP) 45 minuti Pin It

30 maggio 2010

Casa dolce casa

Poco meno di 30 minuti fa, sono tornato a casa e come ogni volta che mi allontano dalle pareti domestiche per più di 5-6 giorni, torno all'ovile con moltissimo piacere. La casa sa di un profumo buono, che standoci dentro tutti i giorni non senti. Le mie cose, quelle che uso tutti i giorni, mi sembrano più preziose e più belle del solito. Apprezzo di più ogni cosa, anche e soprattutto il mio letto, comodo come nessun letto di Hotel, Relais, o villaggio può mai essere. Ho tante cose da raccontarvi e da farvi vedere dopo 2109 km fatti in dieci giorni e 1370 foto scattate, ma sono anche preso da alcuni impegni che incombono dopo la mia assenza. Comunque vedrete che con un pò di pazienza, riuscirò a coinvolgervi anche questa volta nelle mie scorribande vacanziere appena finite. La mia carta vincente sarà sempre la solita: la fotografia. A proposito, la foto di apertura racconta di uno dei tanti tramonti visti in queste serata lontano da casa. Pin It

28 maggio 2010

L'indizio quarto

Ormai avete capito grosso modo dove mi trovo (Marco ha indovinato una delle mie mete di questa vacanza nel post precedente), però mi piace continuare a farvi vedere immagini di questa mia vacanza. Anche perchè ogni volta ci troviamo in contesti completamente diversi. Guardate qui: dove siamo?


Pin It

Le croste della pizza


Guardatele, non sono magnifiche? Non vi viene voglia di sgagnarle tutte? Io ho sempre sostenuto che la parte migliore della pizza sia proprio la crosta e quando vedo persone che le scartano, non capisco proprio come si faccia ad abbandonare tutto quel ben di dio nei piatti delle pizzerie. Quando ordino una pizza spero che mi arrivi con bordi ampi e ben cicciotti, questo succede soprattutto nelle pizzerie napoletane dove la forma della pizza è irregolare e spesso la crosta presenta dei rigonfiamenti che sono la mia manna. Le foto che vedete sono state scattate in una pizzeria che fa proprio pizze alla napoletana, irregolari e assolutamente con forno a legna.
Perchè prediligo i bordi o croste della pizza? Perchè adoro la pasta cotta appena sporcata di sugo di pomodoro, adoro il bruciacchiatino nerino che si trova solo nella crosta e che sa di legna e di rustico. E' solo nella crosta che assapori tutte le sfaccettature aromatiche della pizza, è lì che senti se è cotta bene, se la pasta è buona. E' nella crosta che ti capitano bocconi con mozzarella croccante o pomodoro abbrustolito dal calore del forno a legna. Il centro della pizza invece, solitamente annega tra l'alto spessore della mozzarella, l'acqua di quest'ultima o la forte quantità di sugo di pomodoro. Il risultato è che la pasta della pizza rimane "bagnata" e ti sembra di mangiare un brasato di mozzarella e pomodoro. Il bordo invece non tradisce mai e vi dirò di più: se vendessero in pizzeria scatole di croste di pizza, mi sa che ne sarei un ottimo consumatore.
Pin It

Il giorno dell'iPad italiano

Siccome non sono tra i monti come al mio solito, ho approfittato e, raggiunto il primo Apple Premium Resellers nelle vicinanze, sono andato a vedere dal vivo il lancio italiano di iPad. Nessuna fila all'ingresso del punto vendita, ma tanti curiosi attirati dalla tavoletta melosa.
Ecco alcuni scatti che ho fatto durante la mini-prova dal vivo.
Sfogliamento libri.
Una app musicale molto carina.


Il retro di iPad.
Il banner installato nella notte in occasione del lancio di iPad.
Alcune preferenze del tablet.
Le mie prime impressioni dal vivo sono positive. Un oggetto sicuramente affascinante e cool da morire. Al tempo stesso ho realizzato in modo definitivo che iPad non è un dispositivo che comprerò. Si sovrappone troppo come utilizzo ad altri che già ho, primo tra tutti l'iPhone, ma anche al mac stesso. Mi sembrerebbe di aver sprecato i miei soldi ad ogni suo utilizzo e l'impressione sarebbe quella di un uso sottodimensionato. Ora come ora preferisco di gran lunga concentrare un eventuale futuro acquisto, sul nuovo iPhone che arriverà tra poco. Così per curiosità, il modello di iPad che avrei scelto tra i sei a disposizione sarebbe stato il 3G + Wifi da 16 GB (599 euro) con micro-sim di TIM da 9 euro al mese. Pin It

27 maggio 2010

L'indizio terzo

Ecco la porta della camera dove alloggio (quella illuminata). Qui è un oasi di pace assoluta: si sentono solo i galli che cantano e il vento leggero he accarezza olivi e lavande. Devo dire che il tempo è stato veramente clemente con me. Dopo il maggio mostruosamente piovoso un pò in tutta Europa, io non ho ancora beccato una goccia di pioggia, anzi son parecchi giorni che è tutto sereno tranne qualche nuvoletta passeggera. Questo è uno dei tramonti che ogni sera ho la fortuna di vedere, essendo in posizione sopraelevata (la parte in cui si vedono i tramonti è al di là di questa struttura).
Ora avete tre foto per capire dove sono. Dai che ce la fate! Pin It

L'indizio secondo

Vediamo se questa immagine vi aiuta meglio ad intuire dove sono. Pin It

Davanti al grande schermo

Robin Hood. Voto: 6,5. Innanzitutto il doppiaggio di Russell che non è il solito (Luca Ward), ma ci si abitua in fretta essendo molto simile (Fabrizio Pucci). Il voto non è altissimo perchè la storia di Rood Hood non ha molto da dire, visto che nella storia del cinema sono ben 12 le pellicole che parlano delle gesta dell'uomo in calza a maglia con l'arco veloce. E poi, dopo aver visto il ritmo di Prince of Persia proprio pochi giorni fa, ho notato una certa lentezza di narrazione soprattutto nella prima parte.
Si, so a cosa state pensando: ma questo è andato in vacana dentro una sala cinematografica? Hehe, no, è che sto facendo un tipo di vacanza veramente molto varia. Vi racconterò. Pin It

26 maggio 2010

L'indizio

Cari i miei lettori, orfani di Momo e le sue scorribande fotografiche, io sono sempre in vacanza ma per intrattenervi vi voglio far vedere una immagine.

Da questa foto, che è stata scattata a pochi metri dalla mia attuale camera, dovreste capire che tipo di vacanza ho scelto di fare quest'anno. Magari riuscite anche a capire dove sono finito. Vediamo quanto vi avvicinate. Pin It

Davanti alla TV

Julie & Julia. Voto: 7. Film molto molto carino con una strepitosa Meryl Streep. Ve lo consiglio. Pin It

24 maggio 2010

Davanti al grande schermo


Piacere, sono un pò incinta. Voto: 6,5. Jennifer Lopez non so dire se sia più brava come attrice o come cantante. Ha una recitazione così naturale... Carino sto film. Fa riflettere.
Ah, io continuo ad essere in vacanza, ma è una di quelle vacanze in cui si fa di tutto, anche andare al cinema. Pin It

21 maggio 2010

Davanti al grande schermo

Prince of Persia. Voto: 7,5. Film altamente spettacolare con costumi e ambientazioni adorabili. Mi sono rimasti impressi persino i colori delle stoffe, dei turbanti, quei bellissimi rossi porpora, quegli abiti damascati... Eccezionale. Ed eccezionale è anche la bellezza di Gemma. Le sue lentiggini sono conturbanti. Pin It

Primo contatto completamente inaspettato

In qualunque posto io sia non importa. Quello che importa è che per circa 7-8 minuti ho avuto tra le mani quello che ancora pochi in Italia hanno potuto vedere dal vivo. Non lo nomino neppure per non creare troppo rumore. Potrei far andare in galera qualcuno. Eccolo!


Pin It

20 maggio 2010

Esco dalla realtà

Era quasi un anno che non scrivevo questa frase e in quella occasione stavo per partire per Bathala. Questa volta la metà e molto più vicina, ma scoprirete qual'è solo al mio ritorno. Inutile dirvi che per me e per voi, ci saranno decine, centinaia di foto con cose meravigliose da vedere. Aspettatemi e fate i bravi. Io torno presto.

Pin It

19 maggio 2010

Ciclicamente Megan (scorpacciata di foto)

Non so che tipo di patologia sia, ma ogni tot di tempo sento la necessità di pubblicare un post su Megan Fox con vagonate di fotografie in cui la sua bellezza ti prende letteralmente a schiaffi. C'è un pò di tutto: foto di moda, foto osè, copertine di giornali e locandine di film, foto con il suo tipo, e foto rubate. E mò gli schiaffi di cui sopra, li prendete pure voi. Avanti!
Le locandine dell'ultimo film di Megan, Johah Hex, in uscita il 18 giugno 2010.
Un pò di tempo fa.
Una Megan riservata. Il suo iPhone ha cambiato custodia: non più rosa shocking, ma bianca con i brillantini.
E qui è con Brian Austin Green, suo fidanzato ufficiale.
Bene, direi che per questo mese, sono appagato. Se non vi basta, qui potete trovare un'altra mega carrellata di foto che ho pubblicato mesi addietro.
(TPP) 45 minuti.
Pin It
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...