31 dicembre 2009

Ragazzi, si parte per un altro anno!

Play please.

Vi auguro tutte le cose più belle che vi possano capitare. 365 giorni di serenità, prosperità e amore. A tutti. Buon anno gente!
Pin It

30 dicembre 2009

Momo pasticcere


Oggi pomeriggio mi sono dedicato alla pasticceria. Ecco i tartufi al rum by Momo

Ed ecco la ricetta:
INGREDIENTI (per una trentina di palline circa)
200 grammi di cioccolato al latte da fondere
100 grammi di cioccolato fondente da fondere
125 grammi di panna liquida
50 grammi di burro
25 grammi di zucchero
30 grammi di Rum
Mezza bustina di vanillina
Cacao amaro in polvere

PROCEDIMENTO
Tritate o sminuzzate con un coltello grossolanamente i blocchi di cioccolato al latte e fondente. Prendete un pentolino e portate ad ebollizione la panna, il burro lo zucchero e la vanillina stemperata con poca panna. Togliere il recipiente dal fuoco appena bolle e aggiungete il cioccolato tritato. lasciate riposare qualche minuto, poi rimettete nel fuoco e fate sciogliere perfettamente tutto il cioccolato aiutandovi con un cucchiaio di legno.
Versare il tutto in una terrina e aggiungere il rum dando una ulteriore mescolata.
Lasciate raffreddare in frigo fino a quando non si sarà indurito per bene. A questo punto con l'aiuto di due cucchiai formate delle palline e fatele cadere nel cacao in polvere precedentemente disteso in abbondanza su una superficie ampia. Arrotolate la pallina nel cacao fino a quando il cioccolato ne sia ben coperto. Riponete le palline finite nelle apposite pirottine che potete trovare nei negozi di casalinghi. Ripetete l'operazione fino alla fine dell'impasto. lasciate in frigo ad indurire per almeno un'ora prima di servire.
Buon strafogamento!

Pin It

29 dicembre 2009

Ai piedi dei mostri dolomitici (5)

QUI la prima puntata, QUI la seconda, QUI la terza e QUI la quarta.
Siamo arrivati all'epilogo dell'escursione che ho fatto il 5 dicembre 2009 in mezzo ad oltre mezzo metro di neve fresca. Ecco la fine del racconto con tanto di foto e video finale.
Sto facendo una fatica abnorme per procedere. La neve fresca aumenta sempre più e senza lo strato duro sotto quello fresco, il manto nevoso mi arriva all'inguine. Che mi procedere è solo ed unicamente il paesaggio che ho davanti agli occhi.
Ecco un mega ingrandimento del gruppo del Sassolungo (ingrandibile).
Ma dopo altri 50 metri decido che è ora di fare dietro front, è veramente impossibile procedere senza sci o ciaspole. Torno sui miei passi e girandomi scatto questo panorama (ingrandibile).

Scendo con di fronte il Belvedere illuminato da un pallidissimo sole
Sono sempre solo, ripasso nei pressi della baita che mi ha ospitato per il pranzo e noto il mio solco nella neve per raggiungerla.
Qui si vede molto bene la zona in cui sono morti nei giorni scorsi i 4 soccorritori della Val di Fassa, arrivati qui per cercare due turisti friulani. E' in mezzo a quella gola piena di neve.
Il Pordoi illuminato dal sole.
Il Rifugio Sella.
Poi decido di non fare la strada dell'andata, ma di tagliare per i dolci pendii innevati, in mezzo alla neve fresca e immacolata per cogliere scorci fotograficamente interessanti.




Mi spiace quasi segnare la neve in questo modo. E' tutto così perfetto...
Il cielo ha un momento di particolare limpidezza.

Mi sto dirigendo verso il nulla, ma laggiù in fondo intravedo altre baitine interessanti.
I miei solchi.

I ghiaccioli sui cirmoli.
Alcuni sono delle vere e proprie armi!



Volgo l'ultimo sguardo al Sassolungo, poi sparirà dalla mia vista. Il cielo si è nuovamente velato.
Ma non dappertutto. Ecco il Sella.
L'oscurità avanza.
Un piccolo snack per ridare energia, una sorsata d'acqua e via fino alla conclusione.
Ormai sono vicino alla macchina. ho fatto bene a non aspettare il tramonto, le nuvole insistono fino alla fine.
Saluto anche il Pordoi che mi ha tenuto compagnia tutto il giorno.
E rieccomi al parcheggio con l'orda degli sciatori.
Salgo in auto e dopo essermi riposato un attimo procedo verso casa. Appena inizio a scendere verso Canazei noto che il cielo all'orizzonte è quasi completamente sereno. Dopo 15 minuti, all'altezza di Campitello succede questo
Tutto si illumina improvvisamente
compreso il Pordoi che ormai è chilometri lontano da me e che mi fermo appositamente per fotografare.
All'altezza di Pera di Fassa altra sosta data dalla frustrazione per fotografare i dirupi di Larsec al sole.

Insomma, mai dire mai in montagna perchè poi ci si pente. Infatti ho fatto il resto della strada a mangiarmi le mani pensando alle foto che avrei potuto fare al Sassolungo e Pordoi illuminati da un possibile ottimo tramonto invernale.
Ed ora concludo con un piccolo video che riassume brevemente l'intera escursione.
Spero vi siate divertiti come mi son divertito io a fare l'escursione e a raccontarvela.
Alla prossima!
(TPP) 45 minuti.
Pin It

Il Trentino dentro iPhone

E' uscita meno di una settimana fa, una apps per iPhone fatta da Trentino SPA. In una grafica accattivante e colorata, vengono presentate le località sciistiche di tutto il Trentino e una volta scelte le proprie preferite è possibile monitorare: meteo, temperature, manto nevoso, piste aperte, webcam (dove presenti) e altro ancora. In più sono presenti le ski-map ingrandibili.

Dal punto di vista grafico è stato fatto un lavoro egregio, devo però bacchettare l'applicazione per quanto riguarda il meteo, che non è accurato e veritiero e le temperature che mostrano le massime e minime ma non la temperatura attuale, il che dimostra che non c'è una vera interattività con stazioni meteo, ma dati che arrivano da non si sa dove. Ho testato l'applicazione in questi giorni e i risultati erano abbastanza discordanti.

Pollice verso anche per le ski map che non sono dettagliate e navigabili come si potrebbe pensare. La risoluzione delle immagini non è enorme e le ski aree non sono state separate come ci si aspetterebbe. Per esempio questa è la cartina del Lusia, località sciistica di Moena,

peccato che il Lusia è relegato in un angolino, sono indicati solo alcuni impianti di risalita e mancano totalmente le piste. In compenso si vede l'intera Val di Fassa fino a Canazei. Reparto cartine quindi, direi assolutamente inutile. In ogni caso l'applicazione, sicuramente migliorabile, si trova qui ed è scaricabile gratuitamente.
Sempre nello stesso giorno la Trentino SPA ha rilasciato un mini puzzle divertente che aiuta a far conoscere le località più belle del Trentino. Si scarica da qui.

E intanto la popolarità di iPhone, cresce!
(TPP) 15 minuti.

Pin It

28 dicembre 2009

Davanti al grande schermo

A Christmas Carol. Voto: 6,5. Allora, sono andato a vedere questo ultimo lavoro di Zemeckis e devo dire che per un pò di motivi sono rimasto deluso. Il primo motivo tra tutti è di carattere tecnico. Per vedere il film sono andato per la prima volta nel nuovo multisala di Bolzano, il Cineplexx, attrezzato con le ultime tecnologie e provvisto del sistema di proiezione 3d. Cominciamo col dire che 11,50 euro per un film mi sembrano eccessivi, anche se ho scelto le poltrone Premium, le più larghe e comode, ma mica poi molto lontane dalle poltrone normali come caratteristiche.
All'ingresso ci hanno dato gli occhialini che non sono più quelli rossi e blu di cartone di una volta, ma bensì occhiali in plastica alla Epifanio.
Guardare gli spettatori con questi occhiali era esilarante. Sembravamo un branco di matti.
Per farla breve ho visto l'intero film così:



anzichè così:
Vi giuro, un buio talmente assurdo che quasi non si vedevano le scene. Era un continuo sforzare gli occhi e togliere gli occhiali risolveva solo minimamente la questione. Secondo me è stato tarato male il sistema di proiezione. Una cosa veramente fastidiosissima che faceva perdere moltissimi dettagli del film. Son curioso di capire se il problema era solo per questa proiezione o no.
L'altro mativo per cui non ho apprezzato il film è la sua lentezza. Ci sono dei tratti di storia che si trascinano un pò stancamente. Peccato, perchè "A Christmas Carol" prometteva bene.
Ed infine il tanto acclamato effetto 3D. C'è e si vede, intendiamoci, però secondo me non è usato nel modo corretto o perlomeno non è sfruttato al 100% tanto che dopo 10 minuti ti dimentiche che esista. C'è ancora da lavorare sotto questo aspetto.
Il prossimo film che voglio vedere al cinema è Avatar.
(TPP) 20 minuti.
Pin It
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...